19 maggio 2010

Prove tecniche di inondazione

Bassa marea. La vita non lambisce nemmeno le caviglie, ma gli occhi sono fradici di merdoso petrolio. Chiazze nere si allargano nell'iride e mentre avanzano inghiottono tutto - beatitudine, speranze, serenità e lamenti, impurità, glorificazioni, divinità. Tutto. Per non farmi andare di traverso amari bocconi di civiltà, me ne vado tra i boschi. Mentre ascolto due formiche copulare ai margini del sentiero, mi accorgo di una macchia nel cielo che non è petrolio. Vedo Gesù Cristo che pilota un disco volante da una nuvola all'altra. In bilico su ognuna di esse sta un omone vestito di grigio e con un paio di ali sulla schiena. Gli angeli si stanno calando le brache per pisciare sul mondo, mentre il Cristo dispensa comandi dalla sua navicella. E dice pressappoco che ne ha abbastanza delle frivolezze dell'uomo e che adesso sì che farà pisciare incessantemente, per giorni e giorni, finché qualcuno più sotto si chiederà che diavolo stia succedendo e sarà mica il caso di pensare che viene qualcosa di grosso e così puf adesso spariamo tutti quanti. "miodio!miperdoilfinaledell'isoladeifamosi!". Immagino persone che si strappano i capelli davanti alla tv mentre la Ventura, per l'agitazione, scivola in studio finendo con una tetta sulla puntina da disegno accuratamente piazzata dal più grande eroe sabotatore della storia, che se la ride al suono del seno che lentamente si sgonfia come un materassino. Pssssss...
Così torno a casa e le sagome lassù cominciano a pisciare di brutto. Per ore. Ma sulla Terra gli umani continuano a restare spiaccicati contro i loro tubi catodici, i loro plasma, gli lcd, gli smart phone e i loro schermini più piccoli di una puntina da disegno. Tanti piccoli insetti appiccicati alla carta moschicida. E quando il piscio riempie la stanza e il livello sale, gli umani si rannicchiano sulle loro poltrone galleggianti ultimo grido - paghi nel 2020 o schiatti - e ridono e applaudono, ridotti in poltiglia da marci denti mediatici.
Allora Gesù vola di nuvola in nuvola dicendo niente, eh..? ai poveretti che pisciano. E quelli rispondono niente, riproviamo domani. Ma domani è lo stesso e allora riproviamo tra un po', ci siam rotti le palle. Niente. E mentre fanno un altro tentativo, un uomo per strada piega i suoi pensieri di mela e li scorge con la coda dell'occhio. Scuote la testa e grida non avete capito nulla! dovete farvi una notorietà nello show business, altrimenti non vi fila nessuno quaggiù!


E fu così che gli angeli finirono a pisciare ad un talent show in prima serata dimenticando il volere del Cristo, che se ne volò via con il suo disco volante urlando tornerò, con un nuovo programma!



4 commenti:

Elena ha detto...

Mi fai incazzare per quanto hai ragione. (Sempre post da brivido te, eh?)

orfeoemerso ha detto...

ma non lo so, tutto è nato da sta immagine fulminea del cristo ai comandi di un disco volante (così, senza nessun motivo apparente) e dai bla bla sulla fine del mondo.

quando l'ho scritto mi ha fatto sorridere e mi son chiesto che effetto possa fare

rachele ha detto...

domanda molto O.T. ma tu che sei di brescia sai qualcosa della festa di radio onda d'urto? no perchè quest'anno ci suonano i gaslight anthem!

orfeoemerso ha detto...

sì ci vado da qualche anno, cosa vorresti sapere?
se vuoi puoi scrivermi alla mail alliuka(at)gmail.com

Posta un commento